Hashflare: recensione e opinioni. Conviene? Quanto si guadagna?
Hashflare: recensione e opinioni. Conviene? Quanto si guadagna?

Guida a Hashflare, un servizio di mining in cloud (cioè su internet) con cui poter estrarre criptovalute e guadagnare da questo business che si sta dimostrando molto redditizio.

Hashflare è una piattaforma di cloud mining: in breve, permette di minare e guadagnare così cripto valute senza la necessità di grossi investimenti in hardware perchési acquista potenza di calcolo, e saranno quindi i computer di Hashflare e sostenere il duro lavoro.

Ma minare Bitcoin e criptovalute in generale conviene ancora? A quanto ammonta l’investimento iniziale? Quando si può guadagnare? Per rispondere a queste e ad altre domande che è giusto porsi qualora si decida di entrare a far parte di un mondo relativamente nuovo come quello delle valute digitali, vediamo passo passo cosa significa minare, come farlo, e quali sono i vantaggi del cloud.

Cloud Mining: cos’è

Il mining altro non è che l’estrazione di cripto valute, ed è il modo con cui generalmente viene emessa moneta; il pc, tramite calcoli e algoritmi, trova la chiave di crittografia che convalida la blockchain, e a quel punto si viene ricompensati con una certa quantità di cripto valuta (da qualche anno, in realtà, davvero pochi centesimi, per questo si pensa che non sia più così conveniente). L’estrazione di cripto valute è, come le stesse, decentralizzata: ciò consente a chiunque abbia un pc ed una connessione a internet di iniziare l’attività di mining.

Come funziona minare in cloud

Dal momento che minare in via tradizionale rischia di essere un investimento a perdere, sia per il denaro speso nell’attrezzatura e nei costi di energia sia per il tempo dedicato all’attività, alcune società hanno cominciato a offrire servizi di cloud mining. Semplificando, queste società si occupano della parte pratica, tecnica, mettendo a disposizione hardware, energia elettrica, connessione internet, insomma tutto il kit del provetto minatore.

L’investitore, dal canto suo, è libero da questi oneri e pagando mensilmente una certa cifra deve solo occuparsi di raccogliere la moneta estratta. Un’agevolazione non da poco, e non solo dal lato economico: il boom delle cripto valute sta infatti raccogliendo sempre più curiosità e attività di trading anche da parte di investitori neofiti di questo mondo. Investire tramite cloud consente un notevole risparmio di tempo, che in tutti i casi frutterà qualcosa a prescindere dalla concorrenza.

Si tratta di “noleggiare” un server con uncontratto che ne prevede la durata e la potenza di calcolo; il ventaglio dei contratti proposti è davvero molto ampio, e si può iniziare investendo anche poche monete.

I più solidi e seri siti che offrono questo tipo di servizio mettono a disposizione anche un ampio ventaglio di hash rate, così che sia possibile diversificare il proprio portafogli e distribuire i propri investimenti su più cripto valute.

Hashflare: cos’è e come funziona

Come accennato all’inizio, Hashflare è una piattaforma che consente di praticare il mining in cloud, tra le più apprezzate dai trader professionisti e non. Il suo successo si deve soprattutto a tre fattori.

HashFlare, mining in cloudE’ in italiano. Il sito web è (anche) in italiano, innegabile comodità.

E’ sicuro e consolidato. Hashflare è infatti una realtà che non promette la luna ma si rivolge agli investitori con onestà; reinvestendo i propri guadagni è certamente possibile, come vedremo a breve, guadagnare somme consistenti, ma occorre del tempo. La policy di trasparenza è un importante segno di affidabilità: il web è infatti sempre più pregno di piattaforme fake che promettono investimenti ai limiti del verosimile, ma il più delle volte si cade dello scam o nello schema Ponzi.

E’ possibile percepire gli introiti giornalmente, e già a partire dalle prime 24 ore; ricordiamo che per questa operazione è necessario avere un indirizzo di digital wallet da inserire per ricevere gli accrediti. Se non se ne fosse in possesso, Hashflare provvede a reindirizzare ad una pagina sicura in cui poterne creare uno in tutta tutela dei propri dati.

A questo punto basta solo scegliere il tipo di contratto più in linea con il nostro profilo di rischio, sia per durata, che per velocità, che per eventuali costi di gestione previsti per alcune valute digitali.

Minare Litecoin, ZCash, Ethereum e Dash

Hashflare infatti non si limita a offrire un servizio su Bitcoin, certamente la moneta virtuale più conosciuta e gettonata, ma contempla tra le sue proposte anche le crescenti Litecoin, ZCash, Ethereum e Dash, dando così modo di diversificare gli investimenti e seguire il movimento cripto valutario a livello più globale.

Inoltre, il sito web dà la possibilità di scegliere a quale pool collegarsi, cioè quale sarà la struttura che lavorerà per noi. Si possono selezionare fino a tre pool, le cui impostazioni saranno o standardizzate o personalizzabili. Nel caso in cui non si abbia troppa familiarità con questi mezzi, consigliamo di mantenere le impostazioni predefinite o di spalmare al 33% il proprio investimento in modo da razionalizzare i rischi.

Emerge chiaramente come Hashflare abbia il suo punto di forza nella duttilità: adatta a chi entra per la prima volta nell’universo dell’oro informatico, ma anche a trader esperti che vogliono azzerare i rischi, Hashflare si configura come un mezzo di interessanti e sicuri guadagni raggiungibili tramite costanza e reinvestimenti degli introiti.

HashFlare, le caratteristiche

Hashflare: costi e guadagni

Ma andiamo al sodo, che è quel che interessa ogni investitore: quanto mi costa il noleggio degli strumenti e della potenza di calcolo? Dipende. Ci sono contratti per estrarre bitcoin che partono da1,50$ per 10GH/s, hanno un anno di durata e prevedono costi di gestione fissi per 0,0035$: un investimento insomma, a bassissimo rischio, ideale per prendere confidenza con le cripto valute e il mining in cloud.

Per chi desidera guadagnare di più fin da subito è disponibile un piano da 7,50$ al mese, sempre della durata di un anno, ma con una velocità di 1MH/s e commissioni di 0,005$ per 24 ore. Questi maintenance fee sono presenti per tutti i contratti di mining su Bitcoin e Litecoin, mentre il profitto su Ethereum e Dash è netto perché non si usa energia elettrica.

HashFlare, costiFare una stima di quanto sia possibile guadagnare al giorno è praticamente impossibile. Il payout dipende infatti da una molteplicità di fattori, tra cui la difficoltà di chiudere il blocco e aggiungerlo alla catena, dall’hashrate, cioè dalla potenza che abbiamo sottoscritto, e dal maintenance fee.

Mediamente però possiamo stabilire a circa un anno di distanza dalla sottoscrizione del contratto il momento in cui la profittabilità diventa piena al netto dei costi. Attenzione: come già detto i guadagni sono ogni 24 ore e da subito, ma parliamo qui di ritorno di investimento, che comincia a dare i frutti di una rendita passiva apprezzabile appunto dopo circa un anno, di entità variabile ovviamente in base all’hashrate.

La potenza di calcolo è incrementabile, ed è la strategia più sicura ed efficiente, reinvestendo parte del payout che quotidianamente viene accumulato. Si può infatti decidere di convertire una quota del payout in hashrate, e sarà il sistema a verificare se si ha sufficiente credito per l’implementazione; verrà poi prelevato quanto si è indicato, in modo da capitalizzare in maniera rolling l’investimento.

HashFlare, costi

Hashflare conviene? Le nostre conclusioni

Hashflare è una piattaforma interessante e redditizia alla portata di tutti, dai piccoli risparmiatori che non hanno grosse somme da rischiare, ai più intraprendenti che vogliono diversificare il wallet agendo in contemporanea su più cripto valute, sino ai curiosi di questo nuovo mondo digitale da poco alla ribalta.

Quel che è importante sottolineare è la sicurezza e la trasparenza della società, il cui lavoro è consolidato da diversi anni e uno dei più apprezzati a livello globale.