Investire in Ethereum
Investire in Ethereum

Conviene investire in Ethereum oggi? Come comprare e fare tradign in ETH? Ecco una guida su Ether, una delle criptovolute più interessanti e promettenti secondo le previsioni future.

Ethereum nasce nel 2014 dal giovane genio russo Vitalik Buterin e oggi è tra le criptovalute più importanti ed affidabili. Investire in Ethereum è una scelta che sempre più investitori fanno.

Il successo dell’investimento in Ethereum dipende dagli strumenti che si usano e dalle decisioni che si prendono. Sempre più trader ed investitori scelgono di investire in ETH facendo trading con piattaforme sicure come eToro (click per andare sul sito ufficiale), che consente di investire partendo da 100€ e senza pagare commissioni.

Copy Trading eToro

Inoltre, grazie alla possibilità di fare il copy-trading, eToro permette di copiare le strategie di investimento degli altri investitori più esperti, così da replicarle e cercare di avere successo e guadagnare.

Cosa è Ethereum

Ethereum è un sistema decentralizzato basa sulla blockchain che si compone di un intero network di applicazioni, come un browser per navigare in internet, un linguaggio di programmazione e un sistema di pagamenti completo ed affidabile.

Proprio all’interno di tale sistema di pagamento troviamo ETH, che rappresenta il token, cioè la moneta legata al sistema Ethereum.

Diciamo, dunque, che Ethereum è il sistema, ETH è la moneta.

Spesso si confonde ETH con Ethereum, credendo che l’Ethereum sia la moneta digitale su cui possiamo investire o fare trading: per comodità in questo articolo parliamo di “investire in Ethereum” intesa come moneta digitale, dunque ETH.

Ethereum è sicuro?

Rispondiamo a questa domanda in maniera rapida: sì, non si può assolutamente affermare che Ethereum sia una truffa, altrimenti non si spiegherebbe la sua solidità in oltre tre anni di attività né il suo apprezzamento costante da parte dei trader.

Suggeriamo comunque di approcciarsi sul web sempre con molta accortezza.

Nel mondo delle criptovalute in generale di truffe ce ne sono state, ma non bisogna fare l’errore di associare le frodi ad opera di sparuti hacker con l’ideologia che anima gli sviluppatori.

Caso esemplificativo e clamoroso è stato la truffa di Ethereum Code, sito che prometteva guadagni esorbitanti derivati dal trading, ma in realtà il denaro investito dagli utenti è stato prontamente rubato.

Si è poi accertato che la piattaforma usava il nome di Ethereum per conquistare la fiducia degli investitori, senza però avere a che fare con l’originale.

Il modo migliore per non incorrere in spiacevoli perdite di denaro è quello di affidarsi quindi ai migliori exchange, quelli più affidabili ed autorizzati, oltre che alle migliori piattaforme di trading come eToro (vai al sito ufficiale), autorizzata ad operare in Italia.

Ne passeremo qualcuno in rassegna più avanti, ma adesso ci preme sottolineare l’integrità e la sicurezza di Ethereum, e che le frodi di cui si legge hanno a che fare con un uso distorto delle potenzialità del web e con la scarsa attenzione, mista a sottovalutazione dei pericoli, da parte di molti utenti.

Come investire in ETH

Se il mondo delle criptovalute ti incuriosisce e ciò che hai letto fin qui ha stuzzicato il tuo interesse sugli Ethereum, ti proponiamo di seguito i migliori modi per investire in Ethereum in tutta tranquillità.

Trading online

Fare trading è il modo più vantaggioso per massimizzare i profitti e ridurre i rischi. Si tratta infatti di utilizzare piattaforme senza commissioni e guadagnare sia quando il valore degli Ether sale che quando invece scende.

Uno dei broker più apprezzati è Plus500 (sito ufficiale), user friendly e include anche la modalità demoprima di investire soldi reali. Il deposito minimo è di 100€ e permette di operare con moltissime criptovalute tra cui Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Monero e Ripple

Il podio vede anche il famoso eToro (sito ufficiale), con l’utile opzione di social trading; si tratta di seguire i trader migliori e copiare le loro strategie, che soprattutto per i principianti è il metodo più proficuo per iniziare. Se invece sei un professionista, basterà rendere pubblico il tuo profilo e guadagnare bonusmensili sulla base dei tuoi followers.

XTB (sito ufficiale) è un broker molto apprezzato perché permette di investire come un trader professionista. Con un deposito iniziale di 100€ e la possibilità di investire in ETH 24 ore al giorno, XTB è una scelta molto apprezzata.

Trade.com (sito ufficiale) prevede invece un interessante bonus incrementale in base al deposito iniziale. Ad esempio con un deposito tra i 100 e i 249$ si avrà il 20% mentre tra i 250 e i 499$ il 30%. La piattaforma offre anche la possibilità di usare la leva finanziaria per moltiplicare i profitti.

Comprare Ethereum nel 2020

La piattaforma più usata per comprare ETH è Coinbase (sito ufficiale).

I token si pagano tramite bonifico bancario, paypal o carta di credito; al primo acquisto si riceverà un bonus da 10$ cliccando qui.

Una volta elaborata la transazione, i token acquistati appariranno sul proprio digital wallet. Questo strumento è essenziale per conservare gli ETH, e l’exchange garantisce il massimo della sicurezza grazie al sistema di identificazione a due fattori e i documenti di riconoscimento.

Tenere sotto controllo gli ETH è importante, specialmente in questo momento in cui l’apprezzamento sta provocando rialzi.

Per questa ragione il consiglio è quello di attuare strategie di compravendita sì, ma senza svendere l’intero capitale in ETH: il 2020 secondo gli esperti potrebbe essere un’ottima annata per Ethereum, dunque una strategia a lungo termine potrebbe moltiplicare esponenzialmente i guadagni.

Minare Ethereum

Il mining tradizionale prevede l’utilizzo del proprio computer, in particolare della potenza di calcolo della scheda video, per generare Ether. La pratica è però più dispendiosa che remunerativa: calcolando il costo di un hardware dalle discrete performance, e i costi di energia elettrica per farlo funzionare e per raffreddarlo si rischia che il tempo e le risorse dedicate non valgano la pena.

Soprattutto per questi motivi ultimamente ha riscosso notevole successo il cloud mining. Si tratta di noleggiare macchinari e potenza di calcolo, così da risparmiare sui costi; i contratti variano in base all’_hashrate_ scelto, ma in generale sono piuttosto bassi. Hasflare (sito ufficiale) ad esempio, tra i siti più affidabili, propone contratti a partire da circa un euro al mese per 10Gh/s. Altra piattaforma affidabile è GenesisMind, che offre piani di mining garantendo profitti fino a 11 volte il capitale iniziale.

Investire in Ethereum conviene?

Prima di rispondere a questa domanda facciamo una doverosa premessa. Il mondo delle criptovalute è caratterizzato da un’alta volatilità, cioè a bruschi rialzi e ribassi, difficili da prevedere. Al netto di ciò, investire in Ethereum oggi è una mossa speculativa capace di produrre grandi introiti, a patto di utilizzare gli strumenti giusti che abbiamo sopra citato.

Stando alle previsioni di analisti ed esperti, il 2020 potrebbe essere un anno d’oro per Ethereum.

Anzitutto per la sua caratteristica di smart contract, che lo rende agorà virtuale ideale per le ICO; in secondo luogo il codice sottostante consente agli sviluppatori di creare app DAPP (applicazioni decentralizzate), come ad esempio CryptoKitties di cui parleremo tra poco. Sono questi i motivi che spingeranno il valore di ETH sempre più in alto ma, ribadiamo, a patto di fare i conti con la volatilità del mercato.

Infine, Ethereum è sostenuta da importanti multinazionali come il colosso della finanza JP Morgan, o Microsoft e Intel per il comparto informatico. Si tratta di importanti collaborazioni che, se andranno a buon fine, creeranno nuove tecnologie user friendly per semplificare e velocizzare alle imprese l’utilizzo della blockchain.

Investire in ETH è un’ottima strategia per implementare i guadagni; ricordiamo l’importanza però di diversificare il portafogli e tenersi costantemente aggiornati sui movimenti della valuta, nonché tenere al sicuro i propri ETH tramite hard o offline wallet come Ledger Nano S (sito ufficiale).

Come guadagnare ETH

Ai neofiti delle cryptocurrency consigliamo due metodi divertenti e sicuri per iniziare a guadagnare qualche ETH; non si tratta di cifre da capogiro, ma di millesimi di ETH. Tuttavia, riteniamo che un approccio quotidiano di pochi minuti possa consentire un accumulo non indifferente, perché no magari da investire in trading o in cloud mining.

Faucet

I faucet sono veri e propri “rubinetti” che ogni 24 o più raramente 48 ore erogano una certa quantità di token, di solito piccole frazioni di moneta che però, con costanza, possono diventare un bel gruzzoletto. Si tratta di un metodo facile, veloce e soprattutto gratuito per iniziare a prendere confidenza con gli Ether a rischio zero. Gli ETH così guadagnati possono essere trasferiti sul proprio _digital wallet in maniera molto rapida. Tra i più intuitivi troviamo freeBitco.in, che “sgocciola” ogni 60 minuti.

Giochi

Non possiamo non parlare di CryptoKitties, un delizioso gioco che ricorda il vecchio Tamagochi. In breve, sul sito ufficiale è possibile comprare gattini virtuali e pagarli tramite ETH. Una volta cresciuti, si potranno fare accoppiare e rivendere i baby gattini ad altri utenti. Insomma, ci si rilassa a giocare ma nel frattempo si guadagnano soldi reali.

Grafico del prezzo attuale

Riportiamo qui l’andamento di ETH in tempo reale, strumento da consultare con frequenza sia per il trading che per il mining.

Previsione ETH 2020, 2021, 2022

Dagli aspetti positivi che abbiamo snocciolato durante questo approfondimento, si capisce bene che le potenzialità degli ETH e della sottostante piattaforma Ethereum sono davvero tante e applicabili ai più disparati campi, così come la blockchain.

Questa duttilità potrà favorire ulteriori partnership importanti, e non si esclude l’accettazione degli Ethercome forma di pagamento per gli acquisti online da parte di innovativi e-commerce.

Ma fin dove può arrivare il prezzo di Ethereum, secondo le previsioni degli esperti?

Alcuni puntano ad un traguardo di 6.000$**, traguardo ambizioso ma non da scartare del tutto. Più con i piedi per terra è il CEO di Web Marketing, Sarhak Jain, che prevede un futuro oscillante **tra i 2.000$ e i 3.000$.

Alla luce di tutto questo, investire oggi in Ethereum rappresenta, per molti, una possibilità di comprare questa criptovaluta a più buon mercato, ed infatti già oggi tanti aprono conti con piattaforme di trading come eToro (vai al sito ufficiale) per non perdersi l’opportunità di investire senza commissioni.

Conviene investire in Ethereum o in bitcoin?

Nonostante nascano sempre nuove criptovalute, e quelle già note stiano crescendo, è utile fare un confronto con il principale “avversario” di Ethereum, ossia Bitcoin.

Poggiano sì entrambe sulla tecnologia blockchain, ma Ethereum ha il vantaggio di essere utilizzata per gli smart contracts, rendendo la sottoscrizione dei contratti semplice, rapida e soprattutto più economica perché non sono necessarie terze parti che facciano da garante. Ricordiamo inoltre che tramite gli smart contracts è possibile gestire operazioni di qualunque asset, non solo valute.

Da non sottovalutare è il tempo per la creazione di un blocco per la catena. Da questo punto di vista Bitcoin risulta svantaggiato anche a dispetto di altre valute digitali: si tratta di un’attesa che può superare anche i 10 minuti. Ethereum garantisce invece creazione di blocchi in un massimo di 15 secondi.

Ulteriore vantaggio di Ethereum è il linguaggio di programmazione adattabile allo sviluppo di app, e in generare programmabile rispetto a quello di altre criptovalute; ecco spiegato l’interesse, ad esempio, di Microsoft e Intel.

Infine il mining, che seppure richiedere strumenti con discreta velocità di calcolo, non raggiunge le pretese avanzate da Bitcoin, impossibile da minare con pc casalinghi.

Ethereum si configura quindi come un sistema accessibile ad una più larga fetta di utenza, e con margini di guadagni superiori ad altre monete virtuali; basta guardare i grafici degli ultimi mesi per notare un forte trend rialzista, specchio della fiducia degli investitori, ed infatti sono tanti quelli che decidono oggi di investire e fare trading con Ethereum tramite piattaforme affidabili come eToro (vai al sito ufficiale), che permette anche di investire senza commissioni.

Proprio sulla fiducia va evidenziato che, se è vero che le neonate criptovalute costano molto meno, è anche vero che non sia quale sia la loro stabilità. Di contro, ETH ha un team alle spalle che ha saputo rafforzare e imprimere un’accelerazione alla sua creazione con una certa costanza.

Perché investire oggi

Ethereum, vista l’onda crescente di popolarità che si riflette sul suo andamento, potrebbe essere tra i migliori investimenti di oggi, specialmente se si è intenzionati ad attuare strategie a lungo termine.

Un’importante motivazione ad investire in questo frangente riguarda lo sviluppo di app che abbiamo prima spiegato. Tanti sono infatti i progetti che coinvolgono il fronte delle applicazioni allo scopo di rendere più accessibile e facile l’utilizzo degli ETH: la domanda crescente farà, aumentare anche il prezzo, come antica legge del mercato insegna.

Occorre insomma puntare alle facoltà di crescita; se ETH seguirà le orme di BTC la discrepanza tra livello attuale e livello potenziale è ancora tutta da percorrere, perciò i margini di incremento sono ancora altissimi. Ethereum ha grossi volumi di scambi e progetti consistenti e convincenti; è una realtà solida, che già da anni ha dimostrato di avere basi sicure per contraccambiare la fiducia degli investitori.

Come ha dichiarato l’autorevole voce di Olaf Carlson-Wee, CEO di Polychain Capital, l’ecosistema di Ethereum è molto più ricco di quello di Bitcoin: cresce in modo più rapido, in questo momento, di qualunque altra valuta digitale, e l’incremento a cui abbiamo assistito negli mesi passati è stato quello più notevole.

Iscrizione ad eToro